Vino ‒ Il romanzo segreto

Vino ‒ Il romanzo segreto

Diviso in tre parti (coincidenti con il passato, presente e futuro del vino), questo atipico “romanzo” segreto del vino racconta una storia di vita, quella di Roberto Cipresso, intimamente ed inestricabilmente legata ad una storia della vite. Nella prima parte, si racconta che fu nella cordigliera delle Ande, una catena montuosa vecchia trenta milioni di anni, che Roberto Cipresso tentò la prima impresa di viticoltura estrema (più che eroica, condotta all’estremo limite delle possibilità umane e vegetali). Un’avventura cominciata nel 1995 e che, nel 2003, con il Malbec Finca Altamira, veniva premiata dal “Wine Spectator” come il miglior vino mai prodotto in Sudamerica. A quel tempo, però, Cipresso era già alle prese con la riscoperta di un vitigno antico quanto le origini di Venezia: la Dorona, poi, grazie a lui, divenuto un vino di eccellenza territoriale, il vino che racconta le più antiche origini della città lagunare. Ben prima dei Dogi, però, il vino era già stato considerato bevanda salvifica: nell’antico Egitto, poi ai tempi biblici di Noé, mentre lo stesso Cristo è alle nozze di Cana, nel corso lungo della tradizione romana, la storia della vite e del suo prezioso derivato uniscono come un sottile e piacevole fil rouge l’intera storia dell’umanità. La seconda parte del libro, al presente, guida il lettore alla consapevolezza che il vino sa e può raccontare la storia, a patto però che venga protetto e custodito: altrimenti, come la storia si deforma in aneddoto, così il vino si deforma in aceto. Ma è inevitabile il passaggio dal vino all’aceto? Certamente no, se il vino viene protetto e custodito in maniera adeguata e, soprattutto, difeso dai suoi più acerrimi nemici: i batteri, i funghi, le muffe. Infine, la terza parte di questo originale “romanzo” illustra il senso, la direzione della ricerca sul vino per il prossimo futuro. L’attenzione al vino, prese forma più o meno regolare nel Settecento, in Francia: prima di allora, il vino consisteva in una brodaglia malsana, inebriante, sì, ma non sempre in maniera salutare. È con l’avvento dei négociant, i mercanti di vino, che la bevanda comincia ad essere sottoposta a richieste di qualità. Oggi, la ricerca verso la qualità del vino deve essere liberata da falsi miti (bio, eco, ecc.) e indirizzarsi, per il futuro, all’unico obiettivo della sostenibilità, ovvero della leggerezza della produzione del vino. Una leggerezza che, sola, può riportare a galla antiche storie, di uomini e territori, di vita e di viti…

Per chi conosce il dibattito sul vino (ma, perché no, anche per chi si affaccia per sola curiosità al mondo della comunicazione del vino), il volume racconta fatti in parte noti. Eppure, la grazia stilistica, la felicità della scrittura, la semplicità del tratto narrativo finiscono per appassionare il lettore, sia che si tratti di un lettore ‘forte’ sia che si tratti di un sommelier neofita. La storia di vita di Roberto Cipresso, enologo che lega per intero ed in maniera integrale la sua vita alla vite ed al vino, è una storia appassionante perché appassionata: solo la passione per il vino può condurre un uomo ai confini del mondo reale a tentare operazioni, non certo commerciali, ma di ricerca, da tutti ritenute impossibili: che siano impervi e inospitali territori andini, o secche lande africane, vastità asiatiche o fertili terrazzamenti delle splendide colline italiane il segreto romanzo del vino sta tutto nell’intimo legame che esso mantiene più che con il territorio (il terroir) con la sua matrice di vita, la vite. La vite è la matrice del vino, la pianta ‘magica’ che va tutelata e protetta, coltivata con amore e amata. A libro concluso, però, resta inevasa la risposta alla domanda se e quanto sia, il discorso sul vino, una disputa astratta o una questione commerciale: checché ne dica Cipresso, la riscoperta di un vitigno come la Dorona, divenuto un vino “per soli ricchi”, tradisce la vocazione contadina del vitigno veneto: allora, si tratta di vino o di commercio del vino?



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER