Cronache di Mondo 9

Autore: 
Editore: 
Articolo di: 

La natura non ha avuto la mano leggera su Mondo 9. Si passa dal freddo estremo al caldo radioattivo. Ghiacci perenni frustati da furiosi venti polari si alternano a deserti popolati da dune sabbiose a perdita d’occhio. Laggiù ogni anfratto, sasso o parete rocciosa, perfino ogni singolo granello di sabbia, può nascondere un pericolo mortale. Dalle paurose creature che infestano il deserto al devastante morbo della ruggine, che colpisce chiunque entri a contatto con la sabbia radioattiva del pianeta, c’è una vasta tipologia di morti possibili, una peggiore dell’altra. Eppure, perfino su un pianeta del genere, l’umanità sopravvive e lotta con una natura impossibile. Il Commodoro Garrasco, per esempio, ha ormai una lunga esperienza di traversate desertiche a bordo della sua nave a ruote. La “Robredo” è davvero una delle più imponenti navi da deserto: anche Victor Galindez, secondo pilota di bordo, ne è cosciente e ripone assoluta fiducia nelle capacità del bastimento. Senza le navi da deserto sarebbe impossibile mantenere i collegamenti fra le grandi città sparse ai quattro angoli del pianeta, esse sono un vero e proprio miracolo del genio dei mastri d’ascia. Certo, bisogna osservare alcune precauzioni. Sia Garrasco che Galindez lo sanno bene, meglio non avvicinarsi agli pneumosnodi della nave, a meno che non sia questione di vita o di morte...

Il romanzo, prima opera italiana pubblicata nella prestigiosa collana “Millemondi” di Urania, ha avuto una genesi piuttosto articolata: e si vede. Tutto inizia nel 2008, ben dieci anni fa, con la pubblicazione del racconto Cardanica sul numero 54 della storica rivista di fantascienza “Robot” (Delos Books, Giugno 2008). Il racconto viene riproposto in versione ebook e, dato il successo di pubblico, vede anche altri tre seguiti. Robredo, Chatarra, Afritania appaiono fra il 2011 e il 2012 nel giro di pochi mesi. L’intero ciclo, infine, viene proposto dall’editore Delos in unica raccolta cartacea nel 2013. Seguono poi, fra il 2013 e il 2014, gli altri racconti in formato ebook (Mechardionica, Abradabad, Coriolano, Bastian e Miserable). L’opera è il risultato dell’unione di tutti i racconti, riveduti e cuciti insieme da una serie di interludi inediti. Ne è nato un romanzo dalla trama alquanto friabile, che si perde ben presto fra sabbie contaminate, rugginosi ingranaggi, comandanti dal passato più o meno losco. Un romanzo che, tuttavia, conserva un suo fascino a causa della particolare morfologia del misterioso pianeta denominato “Mondo 9”. La forza della spietata natura descritta da Tonani, esaltata da uno stile molto diretto e a tratti evocativo, è di certo il punto di forza e l’incontrastata protagonista del romanzo. Certo più dei vari personaggi, spesso fra loro non collegati, che entrano via via in scena e, dopo aver subito una serie di imprevisti dovuti al caso o a conseguenze di azioni poco avvedute, finiscono inevitabilmente per fare una fine assai poco edificante. Uno schema puntuale come un orologio svizzero che denuncia l’originaria natura delle storie, nate e pensate come racconti indipendenti. Lo scenario paradossale di Mondo 9, dunque, è insieme contenuto e contenitore, parte attiva della narrazione, croce e delizia di un romanzo forse non completamente riuscito.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER