Il mondo di Fantalà – Due strane creature

Il mondo di Fantalà – Due strane creature
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Simone spera ogni mattina che suo padre lo accompagni in macchina fino all′ingresso della scuola, ma da quando è stato promosso responsabile delle vendite della ditta Tagliapietra deve affrettarsi al lavoro, perciò lo fa scendere un po′ prima, in Vicolo scuro, e rimette subito in moto. Non è tanto per il nome della via, o per dover fare un tratto di strada a piedi, ma a Simone non piace che le sue giornate inizino così. Corre sempre il rischio di incontrare Emiliano, il suo nuovo compagno di classe. Le maestre lo trattano con riguardo perché deve ambientarsi, dicono, e non è facile inserirsi in una nuova scuola in quinta elementare. Simone e i suoi migliori amici Leo e Lavinia la pensano diversamente. Emiliano ha letteralmente preso di mira Simone: lo insulta, gli ruba la merenda, lo deruba, e qualunque cosa accada, fa ricadere la colpa di tutto su di lui. A peggiorare la situazione, i genitori di Simone non sembrano proprio ascoltarlo e pare siano preoccupati soltanto dai suoi voti. Senza contare che Emiliano è il figlio del capo di papà, perciò è l′ultima persona con cui Simone dovrebbe litigare. Finché una notte, in cucina, arrivano due minuscole creature: sono Grimm e Ben. Sono così piccoli che Simone deve sembrare loro un gigante. Ma che cosa ci fanno quei due a casa sua?

Grimm e Ben arrivano da Fantalà, che non è Fantaqua, come viene subito chiarito, ma a quanto pare è collegata col mondo reale da una piccola porta. Menomale, perché le sorti del protagonista di questo libro ci mettono in uno stato di apprensione e di rabbia tale che se non fossero intervenuti loro avremmo dovuto fare irruzione nella storia da lettori. Ben assomiglia a Simone, ha i suoi modi gentili e la sua stessa bontà; Grimm è sempre arrabbiato e risponde a ogni angheria, facendo di fatto quel che Simone farebbe se non fosse trattenuto dalla buona educazione e dallo scarso coraggio. Inutile dire che i due piccoli aiutanti di Fantalà non risolvono esattamente la situazione, soprattutto Grimm, anzi rischiano di esporre Simone a ulteriori difficoltà, dal momento che è l’unico a vederli ed è un attimo pensare che stia parlando da solo. Manca soltanto un ricovero a sproposito! Per quanto a un certo punto ci aspettiamo anche questo, poiché il protagonista è vittima costante di equivoci a suo sfavore, punizioni che non si merita e fraintendimenti. Oltre ai soprusi di Emiliano, si intende. Tuttavia le due creature minuscole gli tengono compagnia e lo aiutano a comprendere meglio le sue emozioni (del resto sono costruiti appositamente per questo, così adatti allo scopo da risultare talvolta didascalici). Questa lettura potrà essere d’aiuto a chi si trovi a dover dividere il banco di scuola con un bullo in erba.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER